NEWS LETTER

mercoledì 20 dicembre 2017

TRA SOGNO E REALTA'

Come possiamo definire la realtà?
E su che basi?
In verità non c'è idea o parola che possa chiarire questo termine…e tantomeno il Sogno.
Cosa accade quando sognamo? Anche in questo caso il fenomeno è abbastanza complesso ed ignoto.
Passiamo ore giornaliere in un mondo del quale non conosciamo le leggi che lo regolano e solo di tanto in tanto ci ricordiamo di qualche sogno notturno.

Provo a portare una mia visione di questi due mondi, che fanno parte di un TuttUno.

Il sogno è uno stato dell'Essere che appartiene al mondo dell'intuito, dell'ispirazione non ancora manifesta, IL LATO DESTRO. 
La realtà un altro stato dello stesso Essere che rappresenta la materia, il manifesto, IL LATO SINISTRO. 
Giorno e notte viaggiamo dentro noi stessi, TUTTO ACCADE IN NOI!
Vista così potremmo definire la nostra esperienza di Vita terrena come un Sogno personale.

Ma non siamo noi gli unici a Sognare, tutti siamo dei Sognatori. E in base agli accordi che stabiliamo con altri Sognatori creiamo nuove realtà che si vanno ad intrecciare con altre realtà ancora, fino a costruire il Sogno Collettivo, ovvero la società. Visto come stanno andando le cose è  chiaro de dobbiamo imparare a Sognare meglio, del resto nessuno ce lo ha mai insegnato, è più comoda l'ignoranza.
Molti credono che il Risveglio possa portare una maggiore Consapevolezza della realtà, ma non è esattamente cosiì
IL RISVEGLIO PORTA UNA MAGGIORE CONSAPEVOLEZZA DI COSA STIAMO SOGNANDO!

Cosa hai fatto il 13 Giugno del 2003?
Te lo ricordi?

Abbiamo una visione frammentata e confusionale della nostra Vita. Alcuni ricordi vanno e vengono, altri si sono perduti, alcuni invece rimangano vividi e lucidi. 
Ricordi che affiorano come immagini, alcuni lineari, altri confusionali...
Ci sono molti punti in comune tra ciò che ricordiamo della nostra vita e ciò che ci ricordiamo del mondo onirico,  il più evidente e che di ambedue non ne abbiamo una visione  lucida e completa. 
TUTTA LA  VITA E' UN SOGNO, e noi i Sognatori, nessuno escluso. Chi si riconosce come tale acquisisce uno strumento molto utile per viaggiare in questa dimensione.
Se l'ESSERCI è la Forza che spezza le catene della monodimensione, il RICONOSCERSI COME SOGNATORI è la chiave per riappropriarci del nostro Potere ed entrare nelle Dimensioni Superiori.

Ognuno di noi, consciamente o incosciamente che sia, sta Sognando la propria realtà, che prima nasce, cresce, si sviluppa nel mondo non manifesto, e poi viene letteralmente proiettata fuori, nella materia.
La collaborazione dei due emisferi crea il Sogno, che poi viene proiettato attraverso gli occhi in quella che definiamo realtà.
Per questo l'Autodisciplina assume un ruolo fondamentale sia nel Sognare che nel proiettare.
Se i due emisferi (destro e sinistro, maschile e femminile, mente e cuore, ragione e sentire) sono coesi e coerenti, allora il Sogno e la sua proiezione appariranno come una Vita straordinaria, colma di sensazioni e Sentimenti che ci riempiono di gioia, entusiasmo e bellezza.
Ma se i due emisferi litigano tra loro....beh conoscete già il risultato, il Sogno e la realtà divengono allucinazioni di dolore e sofferenza.

Matteo Bianciardi

Nessun commento:

Posta un commento