NEWS LETTER

giovedì 9 marzo 2017

REALIZZATE DA SOLI UNA COSCIENZA DI DIO


Scrivo oggi questo post per richiamare l'Attenzione del lettore ad edificare in Sé una Coscienza Intelligente capace di sondare individualmente la Verità e la Libertà.
Nel corso dei millenni le teologie religiose sono state la maggior causa di una manipolazione di massa, e per ogni cultura e tradizione è stata costruita una religione specifica per pilotare l'andamento sociale, politico ed economico di intere nazioni.

In India per esempio con la scusa del Kali Yuga tutta la popolazione indiana vive in un clima di totale arresa e passività. Non si ribellano ai capricci dei loro governanti perchè secondo la tradizione questo è l'ultimo dei quattro cicli cosmici, un'era oscura, caratterizzata da numerosi conflitti e da una diffusa ignoranza spirituale. E così accettano ogni tipo di sottomissione aspettando l'Età dell'Oro.
Ma anche qui in occidente le cose non sono messe poi tanto meglio.
Secondo la tradizione cattolica stiamo sempre scontando tutti i nostri peccati fino a quando arriverà il giorno del giudizio Universale, e con l'arrivo del Messia tutto ritornerà apposto. Ma intanto mia culpa e soltanto mia culpa, zitti, muti e lavorare a testa bassa.

L'invito che vi porgo oggi è quello di divenire eretici di qualsiasi religione (dal greco: airetikos che sceglie, da aireo scegliere) e di appellarvi sempre alla vostra Coscienza, di sperimentare sulla vostra pelle il significato profondo di Anima, Spirito e Dio.
Invito ognuno di noi, me compreso, a costruire il proprio cammino individuale e lasciare andare il concetto di fede, ovvero prendere per buono ciò che ci è stato detto anche se non lo comprendiamo, e di conoscere direttamente il Divino dentro e fuori di noi.
Perchè è solo così facendo che possiamo recuperare il nostro potenziale umano, le capacità di entrare in contatto diretto con le Forze Universali, di rispolverare i propri codici di trasmissione dati tra noi e tutto il resto del Creato.

Affidandoci alle grande religioni abbiamo tagliato il cordone invisibile che ci connetteva direttamente alla Fonte della Vita, quella saggezza che si nutriva ed evolveva tramite la testimonianza diretta con i Misteri Universali. E cosi siamo divenuti nei millenni sempre più ottusi, rassegnati e chiusi nel recinto della logica razionale.

Riappropriamoci dei talenti come la Curiosità e la Creatività, impariamo ancora una volta a Meravigliarci di noi stessi e della Vita, a Giocare con essa lasciandoci colmare di Gioia ed Entusiasmo. Perché è per questo che siamo qui su questo pianeta, per vivere questa fantastica avventura alla ricerca del Tesoro perduto, ed il Tesoro è dentro ognuno di noi, non abbiamo bisogno di mediatori, al massimo sono loro che hanno bisogno di noi.

Matteo Bianciardi

Nessun commento:

Posta un commento