NEWS LETTER

lunedì 30 gennaio 2017

NON REAGIRE PER EVOLVERE

Sono sicuro che in questo giorno noi siamo padroni del nostro destino, che il compito che ci è stato affidato non è superiore alle nostre capacità, che le sofferenze e le insidie che comporta non trascendono i nostri mezzi. Se avremo fede nella nostra causa e un’indomita volontà di vittoria, la vittoria non ci sarà negata.
Winston Churchill

Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso.
Lev Tolstoj

L’uomo comune vive prigioniero delle sue reazioni meccaniche. Si deprime o si arrabbia per una delusione sentimentale, entra in ansia per un problema finanziario, si rammarica perché ha avuto un’infanzia difficile con genitori che lo hanno traumatizzato, prova desiderio se la vicina di casa indossa pantaloni aderenti. Inoltre si arrovella su questioni di poco conto: l’impiegato allo sportello lo ha trattato sgarbatamente, il collega di lavoro si comporta da saccente, l’automobilista alle sue spalle guida in maniera aggressiva.

Adesso ascoltate bene. Ogni volta che nella vita abbiamo una reazione di fastidio, rabbia, gelosia, piacere, passione... l’energia che stiamo percependo dentro di noi è una connessione diretta con il Regno del Fuoco, il Palazzo di Cristallo. Il nostro “infiammarci” – di passione o di rabbia che sia – è dovuto al contatto con il Fuoco, il Vril, l’energia che pervade i piani spirituali dell’esistenza. Infatti, se ci osserviamo bene, possiamo realizzare che, in profondità, molto in profondità, in tutte queste occasioni non proviamo mai solo piacere o solo dolore, ma sia piacere che dolore, contemporaneamente; anche se all’esterno, in ottemperanza alla Legge di Compensazione, le percepiremo poi in successione.
Il contatto col Fuoco causa sempre un brivido.

Divenire Signori della Fiamma o Signori del Vril (cfr: Il Codice del Cuore) significa imparare a maneggiare il Fuoco, ossia annullare ogni reazione meccanica della personalità alla discesa di questo elemento dentro di noi. Sebbene a parole sembri una cosa semplicissima, tale atto richiede una forza di volontà e un autocontrollo pressoché sovraumani.

Utilizzare – fabbricare – il libero arbitrio per opporsi alla rabbia o all’eccitamento sessuale, trasforma la nostra natura per sempre. Individuare, sradicare e trasmutare le nostre reazioni negative, piccole o grandi che siano, sono processi che “accendono” la nostra anima e ci rendono Portatori della Fiamma.

Se reagiamo meccanicamente alle situazioni, il Fuoco prende il sopravvento su di noi e con il tempo ci consuma come dei cerini. Invece è importante capire che il vero nemico è la nostra reazione di rabbia, non l’evento o la persona che ci stanno di fronte. Anche quando siamo sessualmente eccitati da una persona che abbiamo appena conosciuto... il “nemico” verso cui rivolgersi e a cui resistere è il nostro eccitamento meccanico, non la persona. Le situazioni e gli individui non hanno mai importanza di per se stessi, ma solo in quanto esprimono all’esterno le nostre energie subconscie, le nostre “tentazioni”, e la vita ce le presenta per metterci alla prova e darci occasione di imparare a gestire più Fuoco, senza cedere.
Questa operazione viene anche definita: “portare Ordine nel Caos”.

La non-reazione non ha nulla da spartire con la repressione, la buona educazione o con la morale, bensì con ciò che noi possiamo guadagnare sul piano alchemico resistendo all’impulso di reagire meccanicamente. Dobbiamo allenarci per imparare a “canalizzare” una quantità di volta in volta sempre più elevata di Fuoco, altrimenti un giorno non verremo accolti nel Palazzo di Cristallo, dove risiedono coloro che hanno realizzato il Sé, la Fiamma più elevata.

Anche se non abbiamo niente da rimproverarci e siamo convinti di aver ragione, oppure pensiamo di non aver nulla da perdere cedendo a quella tentazione, non importa chi ha torto e chi ragione o se il peccato è veniale o capitale, conta solo la nostra ferma decisione di non reagire. Vedremo accadere dei miracoli nella nostra vita.

Quando il Fuoco brucia e dobbiamo utilizzare tutte le nostre forze per non reagire, occorre ricordarsi della frase di Churchill citata in testa all’articolo. Vi consiglio di scriverla in un foglietto e portarla sempre con voi.


Fonte: www.salvatorebrizzi.com
Immagine: opera di Mara Maruffi

mercoledì 18 gennaio 2017

L'ARTE DELLA TRASFORMAZIONE: COME USCIRE DAGLI AUTOMATISMI DELLA PERSONALITA'

Saper trasformare Sé stessi in ogni momento è una vera e propria Arte. 
Chi compie quest'azione è un Artista che traccia, a proprio gusto e piacimento, nuove mappe interiori le quali vanno a trasformare gli stati d'animo di bassa vibrazione. 
Per praticare quest'Arte è necessaria una buona conoscenza di ciò che crediamo di Essere, ma sentiamo non rispecchiare la nostra vera Essenza. Quindi, a monte, ci deve essere un Lavoro di Presenza ed Osservazione che può aiutarci a conoscere meglio i nostri comportamenti abituali.


Quest'Arte si può riscontrare in varie culture appartenenti a luoghi e credenze differenti. I toltechi la chiamano l'Arte dell'Agguato, intesa come tendere agguati a Sé stessi.
Ma cosa vuol dire?
Tendere agguati a Sé stessi è mettere in atto una strategia, volontaria e consapevole, per aprire un varco ai limiti della personalità. Ogni azione semplice e insolita, meditata o improvvisata, che permette di andare a lavorare consapevolmente su una determinato schema o aspetto della personalità, è un agguato.

Chiarisco con un esempio:
Comprendo i miei stati d'animo abituali, riesco a sentire quando in me si innesca il senso di inadeguatezza. La situazione più sgradevole è quando mi trovo al centro dell'attenzione.
Voglio tendere un agguato alla vergogna. Faccio un respiro profondo. Metto in moto tutta la Volontà....ed esprimo l'Intento:
Domani mattina esco in pigiama, faccio il giro dell'isolato, compro il pane e torno a casa!

Ogni qualvolta decidiamo di sottoporci ad una prova del genere mettiamo in discussione le nostre convinzioni su ciò che crediamo di essere e sulla realtà circostante. Entriamo in contatto con il nostro corpo, le nostre emozioni e li utilizziamo come strumenti di trasformazione per portare luce su un nostro conflitto interiore.
Nel momento in cui pratichiamo queste azioni veniamo travolti da un uragano emozionale e la forza di quest'Arte sta nel rimanere in contatto con tutto ciò che si muove al nostro interno, evitando di manifestarlo all'esterno. Dobbiamo divenire dei perfetti attori e vivere le emozioni senza esserne trascinati. E' proprio questo sguardo fermo e penetrante che innesca il processo trasformativo della personalità. 

Questa pratica ci offre la possibilità di vedere in maniera diretta che esiste una realtà soggettiva e non oggettiva. Tutto ciò che sentiamo piombarci addosso da un mondo esterno, ostile e tiranno, in realtà è soltanto un allucinazione della personalità, che deriva da una mappa psicologica che fa parte di noi, ma non siamo noi.

Lavorare su di sé è una priorità di vitale importanza, perché soltanto liberandoci dalle false credenze e lasciando spazio alla nostra Autenticità di emergere, possiamo definirci realmente Vivi!!! 

Provare per credere!!!

VIENI A TROVARCI SU WWW.PROGETTOUMANO.IT

martedì 3 gennaio 2017

IL 2017: ANNO 1

La scienza numerologica definisce l'Anno 2017 un Anno 1 (2+0+1+7=10 1+0=1). 
E' un Anno che ci parla di novità, di un nuovo inizio, dopo un taglio netto che energeticamente è avvenuto l’ultimo giorno dell’anno.

Quest’anno siamo tutti richiamati a lavorare sull’Unione sotto tutti gli aspetti, collaborazioni, amori, società, amicizie, matrimoni, ma anche sull’Unione a un livello più profondo, quello dell’Anima con la Divinità di cui è fatta dentro e che si manifesta fuori.
Un momento meraviglioso che ci porta tante cose nuove, il numero 1 come Unione con l’Assoluto, l’unica Divinità che esiste e di cui tutti siamo fatti ma non solo, l’inizio di quest’anno con un numero 1 1 1 (01/01/2017= 1 1 1) che fa 3, rappresenta l’energia Cristica per eccellenza, quella che esiste  in ognuno di noi.

Questo non vuol dire che tutti ci illumineremo facilmente anzi, per sostenere questo tipo di energia si devono raggiungere certi risultati personali che ci portano a vibrare alto, come dicevamo precedentemente, a lasciar andare le zavorre, a mettersi in gioco e ad essere disposti al cambiamento, a fare qualcosa di cui si è sempre avuto paura, qualcosa che non si è mai fatto prima, a cui si cercava di sfuggire. Ora non ci sono più scuse….

Questa nuova ondata ci richiederà ancora sforzi, sforzi per evolvere verso ciò che le nostre anime hanno scelto nel venire qui a vivere questa esperienza in un momento di transizione così importante per l’umanità. Sappiamo che ogni anima ha un destino karmico, una strada con degli ostacoli e delle sfide a cui sottoporsi ed imparare per poter crescere ed evolvere. Questo comporta una serie di situazioni da vivere che ci portano a prendere delle decisioni e a fare delle esperienze per realizzare il nostro programma di vita e condividerlo con il resto del Mondo, poichè ciò che facciamo su di noi non è solo nostro, ma è il nostro contributo al Pianeta intero.

Quest’anno abbiamo una grande possibilità….non siamo più soli….l’energia ci dà un aiuto perché siamo pronti, molti di noi lo sono…pronti all’UNIONE… Anime affini si incontreranno e si uniranno, il maschile e il femminile che hanno lavorato in questi anni e sono riusciti a equilibrare dentro di se questi due principi, avranno la possibilità di incontrarsi e collaborare poiché l’Unione avviene dal micro al macro e OGGI, siamo richiamati a condividerla. Il nostro contributo a questo momento, allora, si fa più completo e potente che mai…quando le anime si uniscono nel cammino, anime con una missione simile e affine, così come le loro energie, si crea un’alchimia magica che si diffonde su tutto il Pianeta Terra.

Questa è l’energia richiesta quest’anno, ognuno con il proprio livello di coscienza che, grazie all’ incrementarsi dell’accelerazione, sarà sempre più veloce. Qualunque processo potrà manifestarsi dentro e fuori con grande potere, velocità e bellezza, unendo il cuore e la mente in un allineamento quantico che unisce il dentro e il fuori e che ci unisce ai compagni di cammino affini alla nostra vibrazione attuale. La manifestazione/azione è ciò che ci si aspetta quest’anno, possiamo osservare a che punto siamo ed allinearci con ciò che siamo venuti a fare per noi e per gli altri, poiché la percezione dell’UNO sarà ampia e forte.

Queste sono le possibilità ma senza uno sforzo non si potranno raggiungere, le cose non succedono per magia ma con impegno e costanza, ricordando che viviamo in un Mondo duale e l’Unità ha una faccia oscura che si chiama SEPARAZIONE….quanto tempo ancora vogliamo stare in questa situazione?
Se non ci impegniamo e diamo spazio alla possibilità di cambiamento che l’Universo ci aiuta ad accogliere, continueremo a rimandare e ripetere e la vita non ha certo fretta poiché l’anima vive in eterno….ed è qui che abbiamo il libero arbitrio. Scegliere se vogliamo essere parte di questa Unione o rimanere nella separazione di sempre.


Pillola blu o pillola rossa? questo è il dilemma…. come diceva il grande Shakespeare “Essere o non Essere?” poiché rimandando stiamo dicendo NO alla vita stessa che è un regalo dell’esistenza…ma sei tu che scegli sempre e comunque, l’importante è farlo in modo consapevole…qualunque sia la scelta fatta.

FONTE: http://camminanelsole.com/portale-111-e-successivi-linizio-dellunione-dal-cuore/