NEWS LETTER

mercoledì 18 gennaio 2017

L'ARTE DELLA TRASFORMAZIONE: COME USCIRE DAGLI AUTOMATISMI DELLA PERSONALITA'

Saper trasformare Sé stessi in ogni momento è una vera e propria Arte. 
Chi compie quest'azione è un Artista che traccia, a proprio gusto e piacimento, nuove mappe interiori le quali vanno a trasformare gli stati d'animo di bassa vibrazione. 
Per praticare quest'Arte è necessaria una buona conoscenza di ciò che crediamo di Essere, ma sentiamo non rispecchiare la nostra vera Essenza. Quindi, a monte, ci deve essere un Lavoro di Presenza ed Osservazione che può aiutarci a conoscere meglio i nostri comportamenti abituali.


Quest'Arte si può riscontrare in varie culture appartenenti a luoghi e credenze differenti. I toltechi la chiamano l'Arte dell'Agguato, intesa come tendere agguati a Sé stessi.
Ma cosa vuol dire?
Tendere agguati a Sé stessi è mettere in atto una strategia, volontaria e consapevole, per aprire un varco ai limiti della personalità. Ogni azione semplice e insolita, meditata o improvvisata, che permette di andare a lavorare consapevolmente su una determinato schema o aspetto della personalità, è un agguato.

Chiarisco con un esempio:
Comprendo i miei stati d'animo abituali, riesco a sentire quando in me si innesca il senso di inadeguatezza. La situazione più sgradevole è quando mi trovo al centro dell'attenzione.
Voglio tendere un agguato alla vergogna. Faccio un respiro profondo. Metto in moto tutta la Volontà....ed esprimo l'Intento:
Domani mattina esco in pigiama, faccio il giro dell'isolato, compro il pane e torno a casa!

Ogni qualvolta decidiamo di sottoporci ad una prova del genere mettiamo in discussione le nostre convinzioni su ciò che crediamo di essere e sulla realtà circostante. Entriamo in contatto con il nostro corpo, le nostre emozioni e li utilizziamo come strumenti di trasformazione per portare luce su un nostro conflitto interiore.
Nel momento in cui pratichiamo queste azioni veniamo travolti da un uragano emozionale e la forza di quest'Arte sta nel rimanere in contatto con tutto ciò che si muove al nostro interno, evitando di manifestarlo all'esterno. Dobbiamo divenire dei perfetti attori e vivere le emozioni senza esserne trascinati. E' proprio questo sguardo fermo e penetrante che innesca il processo trasformativo della personalità. 

Questa pratica ci offre la possibilità di vedere in maniera diretta che esiste una realtà soggettiva e non oggettiva. Tutto ciò che sentiamo piombarci addosso da un mondo esterno, ostile e tiranno, in realtà è soltanto un allucinazione della personalità, che deriva da una mappa psicologica che fa parte di noi, ma non siamo noi.

Lavorare su di sé è una priorità di vitale importanza, perché soltanto liberandoci dalle false credenze e lasciando spazio alla nostra Autenticità di emergere, possiamo definirci realmente Vivi!!! 

Provare per credere!!!

VIENI A TROVARCI SU WWW.PROGETTOUMANO.IT

Nessun commento:

Posta un commento